Stazione Spaziale Internazionale: 20 anni di successi

Era il 20 Novembre del 1998 quando fu lanciato in orbita la prima unità della Stazione Spaziale Internazionale. Un razzo “proton” portava con se, nello spazio, il blocco funzionale cargo russo “Zarja “- alba -.

Era il primo elemento della neo nata ISS – International Space Station -. Un modulo temporaneo di controllo che, una volta giunto a destinazione, iniziò a “fissare” pannelli solari e antenne. Fu l’inizio di una lunga stagione di assemblaggi, esperimenti e varie operazioni nel cosmo.




La casa di tutti

Grazie alla collaborazione di  Stati Uniti, Russia, Canada, Giappone e le Agenzie spaziali di 11 Paesi dell’Unione Europea è stato possibile costruire il più grande veicolo spaziale mai costruito.

Un avamposto permanente

Occupa l’area di un campo di calcio e  un totale di 1200 metri cubi (l’Italia, attraverso ASI e aziende come Thales Alenia Space, contribuisce per oltre il 40%).

In questi 20 anni, più di 230 persone di 18 paesi diversi, hanno avuto il privilegio di lavorare in questo speciale laboratorio.

Si sono fatti esperimenti chimici, medici, biologici dando un notevole contributo alla ricerca: oltre 2500 esperimenti in microgravità.  Per rendere la stazione operativa al 100% ci sono voluti oltre 50 voli spaziali.

Va detto che tale risultato è stato possibile grazie alla collaborazione mondiale dei diversi stati. La Stazione Spaziale Internazionale ha dato un serio contributo alla “cancellazione” della guerra fredda.




Un successo per l’umanità

Il progetto fu immaginato nel 1984 quando, l’allora presidente degli Stati Uniti Ronald Regan, coinvolse Canada, Giappone e Agenzia Spaziale Europea (ESA). 7 anni dopo  Bill Clinton diede inizio al progetto ed invitò la Russia a prenderne parte dando inizio alla creazione  di una “stazione spaziale abitata in modo permanente”.

Grazie al cosmo, le due superpotenze avversarie storiche, stavano iniziando a lavorare insieme per la prima volta, per costruire il più grande laboratorio scientifico nello Spazio.




E tu.... cosa dici!!??

Lascia un commento